I Palloncini e la loro origine

4 Set, 2017

Author:

no comments

Vi racconto tutto quello che so sui palloncini.

Quello che scrivo è sempre frutto della mia esperienza e di quello che ho imparato in tutti questi anni in cui lavoro coi palloncini.

Oggi i palloncini sono fabbricati in lattice, una sostanza compleatamente naturaleovvero viene dalla linfa degli alberi della gomma “Hevea Brasilensis”. Dall incisione di questi alberi viene estratto il lattice che cola in un secchio. Allo stato puro il lattice è liquido ed essiccato al sole diventa solido ed elastico. Successivamente viene tinto con coloranti sempre naturali. Una volta arrivato in fabbrica viene trattato con diversi passaggi tra un macchinario all’ altro finchè non diventa dello stato solido che conosciamo oggi come palloncino.

MISURE:
Esistono diverse misure di palloncini. Si misurano in pollici. Le dimensioni più usate sono i 5″ 9″ 11″ e 12″per le composizioni più comuni.
Il palloncino in lattice è il materiale più diffuso oltre al mylar e foil.

MYLAR E FOIL:
Sono due materie plastiche che derivano dal poliestere. Solitamente sono creati con una valvola di gonfiaggio che consente di avere maggior durata rispetto al lattice. Il mylar gonfiato a elio dura 10-20 giorni.
In commercio purtroppo trovate anche i mylar senza valvola, dico purtroppo perchè a parer mio, li trovo meno professionali. Questi ultimi vanno saldati al gonfiaggio, con un piccolo saldatore a caldo che trovate anche in internet. Se li saldate dureranno circa 10 giorni, oppure se non potete saldarli, potete fare un nodo con lo stesso nastro, ma la durata sarà di qualche giorno..

GONFIAGGIO:
Il lattice si può gonfiare a elio o semplicemente ad aria.
Gonfiando il palloncino in lattice ad aria, potete usare apposite pompette, oppure compressori di diverse potenze, che trovate in qualsiasi punto vendita di palloncini, esso rimarrà gonfio anche uno o due mesi! Ma questo gonfiaggio non gli consente di volare. Quindi si possono usare da lasciare per terra oppure da appendere con uno spago.
Invece se volete vederei palloncini volare dovete usare l’elio. Un gas NON INFIAMMABILE che si trova compresso in bombole che si trovano di diverse grandezze e prezzi. L’elio essendo il gas più leggero esistente sul pianeta Terra consente al palloncino di volare fino ad altezze non più visibili all’occhio umano. Il palloncino di dimensioni standard di 12″ gonfiato ad elio vola fino a 12/18 ore(in condizioni ottimali quindi al fresco, senza sbalzi di temperature) dopodichè inizia a scendere e sgonfiarsi entro le 24 ore circa dal gonfiaggio. Per i palloncini di dimensioni più grandi ovviamente la resistenza è maggiore.

In commercio esistono anche palloncini biodegradabili che in volo, raggiunte grandi altezze si fratturano in diversi frammenti che si decompongono. Costano un pochino di più rispetto al lattice, ma vivamente consigliati per i voli, giusto per non inquinare l’ ambiente.

Anche i mylar possono essere gonfiati sia ad elio che ad aria, e come per il lattice, con l’ elio volano e ad aria no.

PREZZI
E’ certamente più economico fare gonfiare i palloncini ad aria. Solitamente il costo si aggira sui 0,50 cent a palloncino. Ma questo dipende dalle diverse ditte.
Il gonfiaggio ad elio è più caro in quanto i commercianti come me devono acquistare le bombole. Si paga un noleggio e una tassa per poterle detenere e usare e trasportare in eventuali location. Un allestitore onesto non vi farà pagare più di € 2.50 un palloncino da 12″che dura massimo 12 ore come già spiegato.

Spero di aver reso l’idea di un quadro generico per chi si approccia a questo settore. Per qualsiasi domanda o perchè no anche correzioni contattatemi sempre! Ogni giorno si impara e ame piace imparare ogni giorno!

Buona continuazione e al prossimo articolo in cui parlerò più approfonditamente dell’elio e delle diverse tecniche…
Jessica

Avvertiamo i gentili clienti che il sito è in manutenzione pertanto alcune pagine non saranno attive. Contattateci per qualsiasi informazione Jessica 3402173846 Rimuovi